Site indépendant de libraires professionnels

‎Italie‎

Main

Thèmes parents

‎Europe‎
‎Voyages‎

Voir les sous-thèmes

Sous-thèmes

Nombre de résultats : 76 771 (1536 Page(s))

Première page Page précédente 1 ... 697 698 699 [700] 701 702 703 ... 821 939 1057 1175 1293 1411 1529 ... 1536 Page suivante Dernière page

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎La Certosa di Pisa‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Tosi L. (a cura di) "Pisa e il suo territorio: tra cartografia e vedutismo dal XV al XIX sec.", pag. 148 n. 211 Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta degli Avanzi di Roselle‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 107. Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta del Ponte a Sieve‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 203. Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta della Città di Volterra‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148,116. Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta della Darsena‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 97; P. Frati, Livorno nelle antiche stampe, n. 299 Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta della già Badia di Buonsollazzo‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 191. Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta della Piazza d'Arezzo‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Dimensioni in mm. 365 X 255‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta di Fucecchio‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 132. Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta di Marradi‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 181. Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta di Montenero‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 98; P. Frati, Livorno nelle antiche stampe, n. 302 Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta di Pratolino‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 190. Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco FONTANI (Firenze 1748 - ivi 1818)‎

‎Veduta di S. M.a a Monte‎

‎Il Viaggio Pittorico della Toscana di Francesco Fontani, fu per la prima volta pubblicato a Firenze dall’editore Giuseppe Tofani, tra il 1801 ed il 1803. L’opera è considerata uno dei più importanti e suggestivi libri figurati sulla Toscana, sia per la qualità grafica delle incisioni, sia per la gran quantità delle località ritratte. Nei tre volumi in folio che compongono questa ponderosa pubblicazione sono infatti inserite 209 tavole, finemente incise all’acquatinta dai fratelli Antonio e Jacopo Terreni (attivi a Livorno e Firenze tra la fine del diciottesimo e l’inizio del diciannovesimo secolo), da Giovanni Pera ed altri. Nove di queste tavole sono stampate a doppia pagina, raffigurando la carta della regione e una pianta e la veduta delle città principali: Firenze, Siena, Pisa, Livorno. Tutte le altre sono stampate a foglio singolo e raffigurano architetture o paesaggi relativi sia alle principali località che ai centri minori della Toscana. Notevole fu il successo del Viaggio Pittorico della Toscana, anche per il seguito di riproduzioni e di rifacimenti cui fu sottoposto, in Italia e all’estero, gran parte del suo corredo grafico. Moltissimi altri libri furono infatti illustrati in seguito con incisioni derivanti dalla grafica dei fratelli Terreni, mentre una seconda edizione dell’opera venne alla luce, in formato ridotto, nel 1817/18. Incisioni in rame all’acquatinta, stampate ad inchiostro bruno su carta vergata coeva, ampli margini, lievissime bruniture, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Firenze Florence Cremonini pp. 145/148, 131. Dimensioni in mm. 345 X 230‎

‎Francesco GANDINI‎

‎(Venezia)‎

‎Serie di dodici vedute della città tratte dal "Viaggi in Italia" di Francesco Gandini. Set of twelve views taken from "Viaggi in Italia" by Gandini. Cremona Cremona Dimensioni in mm. 195 X 120‎

‎Francesco GANDINI‎

‎Contorni di Terni nello Stato Pontificio‎

‎Cremona Cremona Dimensioni in mm. 210 X 140‎

‎Francesco GANDINI‎

‎Il Ducato di Parma quello di Modena ed il Principato di Massa‎

‎Carta geografica tratta dal "Viaggi in Italia per Francesco Gandini, overo descrizione Geografica, Storica, Pittorica, Statistica Postale e Commerciale dell'Italia", edito a Cremona dal 1830 al 1836. Taken from "Viaggi in Italia per Francesco Gandini, overo descrizione Geografica, Storica, Pittorica, Statistica Postale e Commerciale dell'Italia". Cremona Cremona Dimensioni in mm. 385 X 335‎

‎Francesco GANDINI‎

‎Piazza dei Cavalli di Piacenza‎

‎Veduta della ciittà tratta dal "Viaggi in Italia" di Francesco Gandini. Taken from "Viaggi in Italia" by Gandini. Cremona Cremona M. Derata - L. Fanelli - A. Marchesi, "Piacenza incisa", 76 Dimensioni in mm. 215 X 135‎

‎Francesco GANDINI‎

‎Piazza di Soresina‎

‎Veduta della ciittà tratta dal "Viaggi in Italia" di Francesco Gandini. Taken from "Viaggi in Italia" by Gandini. Cremona Cremona Dimensioni in mm. 215 X 135‎

‎Francesco GANDINI‎

‎Porto d'Ancona coll'Arco di Traiano‎

‎Veduta tratta dal "Viaggi in Italia per Francesco Gandini, overo descrizione Geografica, Storica, Pittorica, Statistica Postale e Commerciale dell'Italia", edito a Cremona dal 1830 al 1836. Incisione in rame all'acquatinta, in ottimo stato di conservazione. Cremona Cremona Dimensioni in mm. 205 X 120‎

‎Francesco GANDINI‎

‎Veduta della Basilica di S.Giovanni in Monza‎

‎Veduta della chiesa di San Giovanni a Monza tratta dal "Viaggi in Italia" del Gandini. Incisione in acquatinta, in ottimo stato di conservazione. Cremona Cremona Dimensioni in mm. 200 X 130‎

‎Francesco Giannini‎

‎Le industrie‎

‎Collana “La ricostruzione”, 1. Un volume di 89(-5) pagine, brossura editoriale. Dimensioni: 16x22 cm. Minime tracce d'uso alla brossura, timbro di appartenenza al piatto anteriore, per il resto ottime condizioni.‎

‎FRANCESCO GIANNINI‎

‎Le industrie.‎

‎Roma, Libreria Politica Moderna, 1945. Collana “La ricostruzione”, 1. Un volume di 89(-5) pagine, brossura editoriale. Dimensioni: 16x22 cm. Minime tracce d'uso alla brossura, timbro di appartenenza al piatto anteriore, per il resto ottime condizioni.‎

Référence libraire : 006932

‎Francesco GRANATA (1701 - 1771)‎

‎Descrittione della Citta di Capua..‎

‎Pianta della città tratta dal libro di Francesco Granata "Storia civile della Fedelissima Città di Capua partita in tre libri Ne' quali si fa memoria de' suoi Principi, e de' suoi Fasti dalla prima antichissima sua fondazione sino all' anno 1750, col minuto rapporto del Ducato Beneventano, de' Principi barbari, con diverse dissertazioni, e colla notizia de' vari, e principali edifizi, misero avanzo della sua antichità" edito a Napoli, Stamperia Muziana, 1752 - 1756. Incisione in rame, in ottimo stato di conservazione. Napoli Naples Dimensioni in mm. 385 X 300‎

‎Francesco Grisi‎

‎Giuseppe Mazzini nella storia e nelle speranze degli Italiani‎

‎Volume rilegato in tessuto con sovracopertina. Condizioni: buono stato, copertina con segni della polvere.‎

‎Francesco Guasco‎

‎Dizionario feudale degli antichi stati Sardi e della Lombardia (Volume II) Dall'epoca carolingia ai nostri tempi (774-1909)‎

‎Francesco Guasco‎

‎Dizionario feudale degli antichi stati Sardi e della Lombardia (Volume IV) Dall'epoca carolingia ai giorni nostri (774-1909)‎

‎Francesco Guasco‎

‎Dizionario feudale degli antichi stati Sardi e della Lombardia (Volume I) Dall'epoca carolingia ai nostri tempi (774-1909)‎

‎Francesco Guasco‎

‎Dizionario feudale degli antichi stati Sardi e della Lombardia (Volume V) Dall'epoca carolingia ai nostri tempi (774-1909)‎

‎FRANCESCO GUICCIARDINI - CARLO BOTTA‎

‎STORIA D'ITALIA‎

‎In 8. Dim. 23,5x16 cm. Pp. XVI+463+(1), 466, 517+(1), 603+(1), 659+(1), 639+(1), 520, 514, 579+(1)+XXII. Peso Kg. 6,400. Rara raccolta di due opere sulla storia d'Italia. La prima è la famosa opera storica del filosofo, storico e politico Francesco Guicciardini (1483-1549) sulla base della celebre lezione del letterato poeta e drammaturgo Giovanni Rosini (1766-1855) con note. Descrive la storia dal 1490 al 1532, è composta da tre volumi ed è completa. Bei frontespizi figurati e incisioni in antiporta (ritratto del Guicciardini, Clemente VII, Giulio II). La seconda è la storia d'Italia del patriota e storico Carlo Botta (1766-1837) nato a San Giorgio Canavese (Torino). Considerato un sovversivo da parte del governo piemontese fu imprigionato nel 1794 e rilasciato nel 1795, emigrò in Francia. L'opera, a continuazione di quella del Guicciardini, riporta la storia dal 1534 al 1814. Frontespizio figurato al primo tomo con ritratto del Botta. Belle copertine in mezza pelle coeva a quattro nervi con titolo e decorazioni in oro al dorso. In buone condizioni. Copertina in mezza pelle coeva a quattro nervi con titolo e decorazioni in oro al dorso in buone condizioni generali con lievi usure ai margini e dorso. Segni di tarlo. Rotture agli angoli. Legatura in buone condizioni. All'interno le pagine si presentano in buone condizioni con fioriture. Segno di tarlo alle copertine.Scarce collection of two works of history of Italy. The first work is the famous hystorical work by the phylosopher, historian and politician Francesco Guicciardini (1483-1549) based on the famous lesson of the letterate poet and dramawriter Giovanni Rosini (1766-1855) with notes. He describes history from 1490 until 1532, it is made up of three volumes and it is complete. Beautiful figurated title pages and prints in the frontspices (portraits of Guicciardini, Clemente VII, Giulio II). The second one is the history of Italy by the patriot and historian Carlo Botta (1766-1837) born in San Giorgio Canavese (Torino). Considered a revolutionary by the Piedmont government was imprisoned in 1794 and released in 1795, when emigrated in France. The work, as a continuation of that of Guicciardini, describes history from 1534 until 1814. Figurated title page in the first tome with portrait of Botta. Beautiful half leather coeval cover with four nervs and golden title and decorations in the spine. In good conditions. Half leather coeval cover with four nerfs and golden title and decorations in the spine in good general conditions slightly worn in the edges and spine. Wormings. Binding in good conditions. Inside pages are in good conditions with foxings. Wormings in the covers. Cracks in the corners.‎

‎FRANCESCO LA SAPONARA‎

‎I TRASPORTI IN ITALIA 1950-1967‎

‎ISTITUTO UNIVERSITARIO NAVALE 1969 XI-238 PP. SEGNO DI CATALOGAZIONE A PENNARELLO IN COPERTINA, LIEVI SEGNI DEL TEMPO, VOLUME PROBABILMENTE MAI SFOGLIATO.‎

MareMagnum

Libreria Paola
Napoli, IT
[Livres de Libreria Paola]

34,99 € Acheter

‎Francesco Lemmi‎

‎L'età napoleonica‎

‎Storia Politica d'Italia Dalle origini ai giorni nostri‎

‎Francesco Leonetti‎

‎Somalia italiana - L'amministrazione finanziaria governativa Dal 15 marzo 1905 al 30 giugno 1908‎

‎Serie riservata - Gennaio 1914‎

‎Francesco Maria (Vescovo)‎

‎Documento a stampa. Reggio 7 gennajo 1809.‎

‎Documento a stampa, indirizzo del destinatario manoscritto. Cm. 32x22, pp. 4. Il Vescovo porta a conoscenza l'invito di S.M.I. e R. "...viene comandato il canto solenne Tedeum pei fausti successi di recen te ottenuti nelle Spagne ..." Vecchi segni di piegatura‎

‎Francesco Maria LEVANTO (Attivo intorno al 1664)‎

‎Carta Maritima che contiene la Costa Settentrionale di Negroponte…/ Carta Maritima del Mare Arcipelago…‎

‎Due carte nautiche delle Cicladi in un foglio, per la prima volta inserito nella "Prima parte dello specchio del mare, nel quale si descriuono tutti li porti, spiaggie, baye, isole…" del Levanto; e successivamente ristampato ed inserito anche nell' Isolario di Vincenzo Maria Coronelli, edito a Venezia 1698, da cui questo esemplare è tratto. Incisione in rame, in ottimo stato di conservazione. Rara. Two sea charts of the Cyclades Island in one sheet, included for the firts time in the "Specchio del Mare del Levanto"; This edition is a reprint from Vincenzo Maria Coronelli's "Isolario", printed in Venice in 1698. Copperplate, in excellent condition. Rare. Genova Genua Zacharakis 1355. Dimensioni in mm. 520 X 405‎

‎Francesco Maria LEVANTO (Attivo intorno al 1664)‎

‎Costa Maritima della parte Orientale di Sicilia et Italia da Cap. Passaro sin'al Golfo di Venetia‎

‎Carta nautica raffigurante le coste calabre e pugliesi, con parte di Sicilia e Grecia. Fa parte di "Prima parte dello specchio del mare, nel quale si descriuono tutti li porti, spiaggie, baye, isole, scogli, e seccagni del Mediterraneo, con le dimostrationi de' terreni, cambiamenti di corse, e distanze, & il facilissimo modo d'adoperare il balestriglio, & astrolabio ... dato in luce dal capitan Francesco Maria Levanto ... ", atlante nautico edito a Genova nel 1664. Incisione in rame, in ottimo stato di conservazione. Rara. Sea chart depicting the coasts of Calabria and Puglia, with part of Sicily and Greece The map is part , "Prima parte dello specchio del mare, nel quale si descriuono tutti li porti, spiaggie, baye, isole, scogli, e seccagni del Mediterraneo, con le dimostrationi de' terreni, cambiamenti di corse, e distanze, & il facilissimo modo d'adoperare il balestriglio, & astrolabio ... dato in luce dal capitan Francesco Maria Levanto ... ", printed in Genua in 1664. Copper engraving, in excellent condition. Genova Genua Dimensioni in mm. 520 X 405‎

‎Francesco Melzi d'Eril‎

‎Francesco Melzi d'Eril 1753 - 1816 Milanese scomodo e grande uomo di stato visto da un lontano pronipote‎

‎Storia / 4‎

‎Francesco Moroni‎

‎Lo stivale perduto. Storie di un'altra Italia‎

‎Riprendendo il filo ideale del discorso iniziato nel 2010 con "L'Italia che resiste", Francesco Moroni torna con "Lo Stivale perduto". Un volume che nasce dal desiderio di rileggere un pezzo di storia del Novecento italiano con uno sguardo maggiormente retrospettivo, attraverso la lente di vicende più datate ma altrettanto importanti per la grande valenza simbolica della loro testimonianza civile. Da Adriano Olivetti a Piero Calamandrei, passando per Rosario Livatino, Danilo Dolci e altri, storie bellissime di persone che, con competenze e ruoli diversi, hanno provato a costruire un Paese migliore. Condizioni: nuovo.‎

‎FRANCESCO NICOLETTI‎

‎Cattolici e laici di fronte al decentramento regionale in Italia (1860-1968).‎

‎Firenze, Le Monnier, 1983. Collana “Quaderni di storia”. Un volume di VIII-190 pagine, brossura editoriale con sovracoperta illustrata. Dimensioni: 14x20,5 cm. Ottime condizioni. Presentazione di Francesco Malgeri‎

Référence libraire : 010728

‎Francesco Nicoletti‎

‎Cattolici e laici di fronte al decentramento regionale in Italia (1860 - 1968)‎

‎Collana “Quaderni di storia”. Un volume di VIII - 190 pagine, brossura editoriale con sovracoperta illustrata. Dimensioni: 14x20,5 cm. Ottime condizioni. Presentazione di Francesco Malgeri‎

‎Francesco Omodeo Zorini‎

‎La formazione del partigiano Politica, cultura, educazione nelle brigate "Garibaldi‎

‎Prefazione di Guido Quazza. Quaderni de "L'impegno" - 3‎

‎FRANCESCO PAOLO CASAVOLA‎

‎RITRATTI ITALIANI. INDIVIDUALITÀ E CIVILTÀ NAZIONALE TRA XVIII E XXI SECOLO‎

‎RIMANENZA DI MAGAZZINO PARI AL NUOVO. Il libro vuole infondere fiducia e speranza alla luce di esempi che sono parte integrante della civiltà e della storia italiane. Nel corso dei secoli, puntualmente, dalle nostre comunità e da parte di singoli individui sono venute prove di coraggio, di pazienza, di originalità, di saggezza, di creatività, di cultura, non solo adeguate a fronteggiare le difficoltà presenti, ma anche proiettate in avanti ad anticipare soluzioni e atteggiamenti che si affermeranno nel tempo. Se questo è accaduto in Italia, c’è speranza ancora oggi per l’Italia e per gli italiani di risalire la china e conseguire risultati eccellenti. Questo è il messaggio di fondo. I personaggi rievocati appartengono a un arco di tempo che va dal Rinascimento ai nostri giorni. La loro azione ha investito molteplici campi, dalla religione alla morale, dal diritto alla politica, dalla filosofia alla letteratura. Si tratta di Sant'Alfonso de’ Liguori, di Beccaria, di Filangieri, di Garibaldi, di Manzoni, di Gentile, di Croce, di Gramsci, di De Gasperi, di Dossetti, di La Pira, di Vittore Branca e di altri, che risultano complementari gli uni agli altri e nell’insieme fanno un soggetto collettivo, artefice di nuovi destini e di nuove prospettive per sé e per l’Italia intera. Composti per varie occasioni in una lunga serie di anni, i venti testi qui raccolti si inseriscono nell'appello alla memoria degli italiani, sollecitato dal cento-cinquantenario dell'Unità del Paese. Uomini e donne vi appaiono immersi nei contesti delle loro vicende individuali, e tuttavia sempre rivolti alle ragioni di un migliore futuro per la comunità, la nazione, il mondo. Religione, filosofia, politica, diritto diventano fili esistenziali di gente italiana, chiamata a una missione universale di civiltà. Informazioni bibliografiche Titolo: Ritratti italiani. Individualità e civiltà nazionale tra XVIII e XXI secolo Autore: Francesco Paola Casavola Curatore: Raccolti e prefati da Ugo Piscopo Editore: Napoli: Alfredo Guida, 2010 Collana: Focus ISBN: 8860427789, 9788860427786 Lunghezza: 210 pagine; 22 cm Soggetti: Italia, Storia, Sec. 18.-21., Unità, Risorgimento, Biografie, Diritto romano, Scienza, Teologia, Filosofia, Letteratura, Gaetano Filangieri, Enrico Pessina, Maria Pellegrina Amoretti, Vittore Branca, Amintore Fanfani, Intellettuali, Personaggi illustri, Italian Renaissance, Cultura, Storia culturale Parole e frasi comuni Alessandro Verri Alfonso Maria Amoretti Assemblea costituente attività Beccaria Benedetto Croce Biografico degli Italiani Carlo Amoretti cattolicesimo liberale cattolici Cesare Beccaria Chiesa cittadino civile codice comunità corpo sociale costituente costituzionale Costituzione cristiana cristianesimo critica cultura culturale delitti democrazia Democrazia Cristiana diritto penale donne Dossetti economico Enrico De Nicola etica europea Fanfani fascismo fede Filangieri filosofia Firenze formazione funzione Garibaldi Gasperi Gentile Giorgio La Pira Giovanni Leone giudice giuridica giurisprudenza giurista Giuseppe Dossetti giustizia governo Gramsci guerra ideale individuali intellettuale istituzioni Italia laicità leggi libertà libro lotta Manzoni Maria Pellegrina mente Milano Minghetti moderna mondo Montesquieu morale Napoli nazionale nazioni Nicola Novecento nuovo oggi pena pensiero Pessina politica popoli possono potere presidente principio problemi processo progetto pubblica ragione rapporto realtà religione religiosa Repubblica riforma rispetto scelta scienza della legislazione secolo Settecento società storia storica studi umana uomini uomo vicende Zanardelli‎

‎Francesco Perfetti, Massimo Mazzetti‎

‎Storia dell'Italia contemporanea. Volume quarto Volume quarto: Crisi europea e guerra mondiale, 1930-1943‎

‎Immagini in bianco e nero f.t. Storia dell'Italia contemporanea IV‎

‎Francesco Perfetti, Massimo Mazzetti‎

‎Storia dell'Italia contemporanea. Volume terzo Volume terzo: Guerra e fascismo, 1915-1929‎

‎Immagini in bianco e nero f.t. Storia dell'Italia contemporanea III‎

‎Francesco Pricolo‎

‎La regia aeronautica nella seconda guerra mondiale novembre 1939 - novembre 1941‎

‎70 illustrazioni fuori testo Il Mondo Nuovo 95‎

‎Francesco Ruffini‎

‎la giovinezza del Conte di Cavour parte I^‎

‎saggi storici secondo lettere e documenti inediti; 376 pagg con copertina un pಠstrappata (foto)e interno in buono stato. Brossura‎

‎FRANCESCO SANTUCCI‎

‎UN ILLUSTRE ROMAGNOLO DEPUTATO ALLA REPUBBLICA ROMANA: GUGLIELMO GAJANI‎

‎DISPONIBILITÀ GARANTITA AL 99%; SPEDIZIONE ENTRO 12 ORE DALL'ORDINE. PAGINE PERFETTE; LIEVI SEGNI DEL TEMPO ALLA COPERTINA, LIVE BRUNITURA. Informazioni bibliografiche Titolo: Un illustre romagnolo deputato alla Repubblica Romana: Guglielmo Gajani Autore: Francesco Santucci Prefazione di: Giovanni Spadolini Editore: Firenze: Le Monnier, 1983 ISBN: 8800840612, 9788800840613 Lunghezza: 82 pagine; 20 cm Soggetti: Storia d'Italia, Risorgimento, Ottocento, Patrioti italiani, Moti, Carboneria, Mazzini, Unità, Giovine Italia, Dio e popolo, Assedio, Roma, Esilio americano, Biografie, Lettere e documenti, Savoia, Garibaldi, Nazionalismo, Silvio Pellico, Piemonte, Vittorio Emanuele, Lazzarini, Giovita, Pasqui, Tito, Cantoni, Achille, Biografie, Emilia Romagna, Piemonte, Regno, Storia moderna, American opinion on the unification of Italy Parole e frasi comuni Agoardo amici aprile Assemblee Risorgimento Aurelio Saffi Austriaci avvocato Benilde bisogni buona capacità capitale Carlo Matteucci causa Cesena città Civitavecchia Comandini condizione Congresso di Vienna coraggio deposizione papa deputati Elisabetta Mercato Saraceno Enrico Mercato Saraceno feriti Forlì Francesi fratello Enrico Mercato fuggito Garibaldi generale giornali Giovane Italia GIOVANNI SPADOLINI governo guadagno guerra Guglielmo Gajani inglese italiana Kansas Austria Italia lavoro legge lettera libertà lingua Londra madre Elisabetta Mercato mando mattina Mazzini meeting Meldola Mercato Saraceno Carissimo miglia nazionale nemico New York nuovo padre Pellegrino paese papale partecipazione patria patriota Piemonte politica pontificio posizione potere pubblica rappresentanti popolo REPUBBLICA ROMANA restaurazione ricevuto salute Saraceno Carissima mammà Saraceno Carissimo fratello Saragoni soldati stranieri Torino ufficiale viaggio Vinciguerra‎

‎FRANCESCO SAVINI‎

‎DELL'ARTE NELL'ITALIA MERIDIONALE NEL MEDIO EVO‎

‎In 8. Dim. 24x16 cm. Pp. 11. Interessante pubblicazione del 1904 sull'arte nell'Italia meridionale nel medioevo scritto da Francesco Savini Estratto dalla "Rivista abruzzese" di Scienze lettere ed arti anno XIX fasc. VII. In discrete condizioni. Copertina editoriale in discrete condizioni generali con usure ai margini e dorso. Legatura in buone condizioni. All'interno le pagine si presentano in ottime condizioni con rare fioriture. Interesting pamphlet of 1904 about the art in Southern Italy in middle age written by Francesco Savini. Extract from "Rivista abruzzese" of Scienze lettere ed arti anno XIX fasc. VII. In fair conditions. Editorial cover in fair general conditions with wearings in the edges and spine. Binding in good conditions. Inside pages are in very good conditions with occasional foxings.‎

‎Francesco Scomazzon‎

‎Maledetti figli di Giuda, vi prenderemo! La caccia nazifascista agli ebrei in una terra di confine Varese 1943-1945‎

‎Prefazione di Franco Giannantoni. Con documenti e 41 fotografie in bianco e nero f.t. La Memoria‎

‎Francesco SCOTO (1548 - 1622)‎

‎Agri Patavini‎

‎Dettagliata carta geografica del territorio di Padova arricchita da importante cartiglio con il titolo e sormontato dal leone marciano. In alto a destra vignetta del patrono della città San Antonio ed in basso secondo cartiglio con la scala metrica e compasso. Tratta dall'Itinerario d'Italia di Francesco scoto pubblicato a Padova nel 1670 da Amtteo Cadorin. Incisione in rame, rifilata agli angoli a sinistra, per il resto in perfette condizioni. Padova Padua Dimensioni in mm. 190 X 200‎

‎Francesco SCOTO (1548 - 1622)‎

‎Ancona‎

‎Pianta della città tratta dal libro dello Scoto. Incisione in rame, in ottimo stato di conservzione. Roma Rome Dimensioni in mm. 180 X 120‎

‎Francesco SCOTO (1548 - 1622)‎

‎Siena‎

‎Pianta della città tratta dal "Itinerario" edito a Venezia nel 1670. Incisione in rame, in buono stato di conservazione. Roma Rome Cremonini 45. Dimensioni in mm. 125 X 125‎

Nombre de résultats : 76 771 (1536 Page(s))

Première page Page précédente 1 ... 697 698 699 [700] 701 702 703 ... 821 939 1057 1175 1293 1411 1529 ... 1536 Page suivante Dernière page